Acrisocial Blog

La voce del Cittadino!

Servizi in città

Giovedì, 25 Maggio 2017 00:00

Il primo atto d’amore

Scritto da 

Ho letto su Facebook un post di Io non scivolo più, scritto, credo o comunque condiviso, da Francesco Spina, in cui l’autore accusa Francesco Greco, 

pur non facendone direttamente il nome, di narrare una storia falsa a proposito della strada di Cocozzello. Al fine, secondo l’autore, di trarne un vantaggio personale.

La cosa non mi ha stupito: tale iniziativa si inquadra in quella campagna denigratoria portata avanti, da più parti, nei confronti di Progetto Acri a 5 Stelle, di cui faccio attivamente parte e di cui, in qualità di addetto stampa, scrivo spesso i comunicati.

Né tale campagna mi giunge inaspettata. La prospettiva di cambiamento e di rinascita, per la quale noi lavoriamo e per la quale invitiamo tutti a rimboccarsi le maniche come facciamo noi ogni giorno, scuote i sonni di molti; la cultura dei capponi viene irrimediabilmente a galla. E qui mi sia permesso di ricordare, a beneficio di chi non avesse letto I Promessi Sposi, l’episodio in cui Renzo, nel recarsi a Milano dall’avvocato Azzeccagarbugli, porta in mano, legati per i piedi e a testa in giù, alcuni capponi; i quali malcapitati, feroci e stolti, oltre che inconsapevoli del destino che li attende, si beccano l’un l’altro per l’intero tragitto, fino ad arrivare a destinazione già quasi morti e cucinati.

Così ci comportiamo noi acritani, né più e né meno: mentre la nostra classe dirigente, nazionale e locale, si arricchisce alle nostre spalle, mentre il potere finanziario e la globalizzazione ci strangolano, mentre Acri muore, noi ci comportiamo esattamente come i capponi di Renzo.  Individuiamo il nemico nel nostro compaesano, individuiamo il nostro nemico nel compagno con cui condividiamo un cammino di difficoltà e di deprivazioni, di arretratezza, di assenza di prospettive.

Lo chiedo a Francesco Spina, lo chiedo a tutti i concittadini: Vogliamo continuare a vivere e comportarci da capponi? O vogliamo guardarci allo specchio, chiederci cosa facciamo noi, cosa siamo disposti a fare noi per la nostra città, quale prezzo siamo disposti a pagare noi per ridare a noi stessi la perduta dignità?

Lo chiedo a Francesco Spina, lo chiedo a tutti gli acritani: Avete idee e progetti riguardanti agricoltura, turismo, viabilità, artigianato, rifiuti urbani, etc…? Volete esporli? Volete condividerli e discuterli con noi? Siamo a vostra disposizione: contattateci! (cell.388.8786465; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Lo chiedo a Francesco Spina, lo chiedo a tutti gli acritani: Avete il coraggio di chiedere, come faccio io, a chi vi chiede il voto per le prossime elezioni, di rinunciare, qualora venisse eletto, a qualsiasi compenso previsto dalla legge? Avete il coraggio di chiedere, come faccio io, questo primo, audace atto d’amore? 

P.S. Se qualcuno è interessato alla polemica innescata da Spina ri(legga) gli articoli (Strada Cocozzello, lettera al Sindaco; Tra Ottimismo e Cocozzello; ………) conservati nell’archivio di Acrinrete e in Acrisocial; prestando particolare attenzione alle rispettive date di pubblicazione: potrà ricostruire, su dati oggettivi, l’intera vicenda.

 

Vincenzo Dolce

Altro in questa categoria: « Europei rin-co-glio-ni-ti

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Guarda tutti...
Guarda tutto di Arte & Cultura
 

Commenti recenti

  • Gazebo, perché non viene usato per gli eventi?

    Francesco Greco 07.03.2017 02:25
    Ciao Checco, non ho capito a chi ti riferisci, comunque ti dico il mio pensiero. Di solito il politico ...

    Leggi tutto...

     
  • Lettera aperta ad Acri in MoVimento

    Francesco Greco 07.03.2017 02:09
    Caro Alessandro, forse non mi sono spiegato bene, cercherò di farlo meglio. Chiunque ritiene di ...

    Leggi tutto...

     
  • Gazebo, perché non viene usato per gli eventi?

    checco 07.03.2017 00:31
    io non ce l'ho con nessuno penso solo che il politico deve fa il politico il calciatore deve fa il ...

    Leggi tutto...

     
  • Lettera aperta ad Acri in MoVimento

    alessandro caputo 07.03.2017 00:20
    Bene mi fa piacere che lei non si sottrae mai hai confronti e una cosa che le fa onore ma per vincere ...

    Leggi tutto...

     
  • Lettera aperta ad Acri in MoVimento

    Francesco Greco 06.03.2017 23:40
    Carissimo Alessandro, ti chiedo scusa ma non avevo visto i commenti. Non entro tutti i giorni nella ...

    Leggi tutto...